Arte e Cultura Consigli di viaggio

Weekend romantico a Verona: la città dell’amore

Luogo shakespeariano nel quale si consuma la tragedia di Romeo e Giulietta, Verona è la destinazione ideale per chi è in cerca di una fuga romantica.
Home » Weekend romantico a Verona: la città dell’amore
Coppie Consigli di viaggio

Sogni un weekend romantico a Verona, città dell’amore per definizione? Ti portiamo dritto al cuore del centro storico scaligero a bordo di Frecciarossa, per trascorrere un fine settimana d’amore, arte e relax tra le meraviglie di una città Patrimonio Unesco.

Luogo shakespeariano nel quale si consuma la tragedia di Romeo e Giulietta, Verona è “Città degli innamorati”, destinazione ideale per chi è in cerca di una fuga romantica.

Itinerario romantico a Verona

Dichiarata interamente Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco per la sua struttura urbana e per la sua architettura, Verona rappresenta un esempio di sviluppo costante, senza interruzioni, nell’arco di duemila anni. In circa 20 minuti a piedi dalla stazione è possibile raggiungere facilmente alcuni tra i più bei luoghi della cultura e dell’arte veronese.

Un itinerario romantico a Verona non può che ricalcare i luoghi e gli scorci riconoscibili del dramma di William Shakespeare, in un tour scandito da tappe che intrecciano in modo unico suggestioni letterarie, artistiche e storiche. Il punto di partenza?   

Casa di Giulietta

Diritto d’autore: Stanislav Samoylik/123RF

Non può essere che la Casa di Giulietta, luogo simbolo di ogni weekend romantico a Verona che si rispetti.

La Casa di Giulietta è uno dei più famosi “luoghi degli innamorati” nel mondo. L’edificio, di origine medievale e a breve distanza dalla centralissima Piazza delle Erbe, mescola la verità storica al mito e alla leggenda. Sono realmente esistite, in città, due famiglie di nome Montecchi e Capuleti? La risposta è sì: i primi, mercanti ghibellini, furono coinvolti in lotte sanguinose; i secondi, sono citati da Dante Alighieri (“Purgatorio”, VI, v. 105-107), conosciuti durante il suo soggiorno veronese. 

Quanto alla casa, sappiamo che nel XIV secolo era un hospitium, e ancora albergo tra il XVII e il XIX secolo (citato anche da Charles Dickens). L’aspetto attuale è invece frutto di un fantasioso intervento di restauro a opera di Antonio Vena, tra il 1937 e il 1940: una scenografia medievale di pura invenzione, ispirata a un famoso dipinto ottocentesco di Hayez. Solo la torre d’ingresso è originale (XIII secolo), ma l’accesso al cortile dove è posta la statua che rappresenta Giulietta Capuleti, resta comunque luogo di pellegrinaggio per gli innamorati di tutto il mondo. 

Arena di Verona

Diritto d’autore: bloodua/123RF

L’Arena di Verona è la seconda tappa del nostro itinerario romantico in città. Rappresenta una delle icone di Verona insieme alle figure di Romeo e Giulietta, oltre che uno dei grandi edifici dell’architettura romana, tra i più antichi e meglio conservati al mondo.

Sede del celebre festival veronese e di grandi concerti tutto l’anno, l’Arena appare comunque mutata rispetto all’edificio originale: l’unico tratto rimasto in piedi della cinta esterna è infatti la cosiddetta “Ala”, composta da quattro archi. 

La facciata, su tre ordini sovrapposti di arcate, è realizzata interamente in blocchi di calcare rosso locale. L’ingresso monumentale all’anfiteatro è posto a ovest, nel settore più importante. Tra le numerose leggende che circondano l’Arena di Verona, una in particolare sostiene che la sua costruzione sia da attribuire niente meno che al demonio.

Castelvecchio 

Diritto d’autore: xbrchx/123RF

Un weekend romantico a Verona non può prescindere dalla visita di Castelvecchio. Fatto erigere attorno alla metà del XIV secolo dal principe Cangrande II della Scala, è il più grandioso e imponente monumento di Verona dopo l’anfiteatro. 

Catelvecchio è una fortezza molto ampia, che colpisce per la forma militare, accentuata dalle merlature che si susseguono lungo le mura e da ben 7 torri angolari coperte, all’interno delle quali è visibile ancora l’originale decorazione a fresco di alcune sale.

Ponti di Verona

Diritto d’autore: Nikolay Antonov/123RF

Verona, città dell’amore, regala alle coppie indimenticabili affacci romantici sui suoi numerosi ponti. Proprio il Ponte di Castelvecchio, realizzato tra il 1354 e il 1356, garantiva una via di fuga verso il Tirolo dalla rocca appena citata.

Da non perdere il quartiere Veronetta, sulla riva sinistra dell’Adige, e l’attraversamento di alcuni dei ponti storici più belli della città per visitare entrambe le rive.

Ultimo aggiornamento 10 Dicembre 2020
Weekend romantico a Verona: la città dell’amore
Ti è piaciuto questo contenuto?
3
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio

Eventi

Festival

Arena Festival 2021


Il Festival 2021 della Fondazione Arena di Verona presenterà le produzioni originalmente previste nel Festival 2020 con l’aggiunta di ulteriori […]
Dettagli