Arte e Cultura Consigli di viaggio

Visitare Ferrara in bicicletta: l’itinerario perfetto

Cosa vedere a Ferrara in bici? Uno scrigno di bellezze rinascimentali da scoprire attraverso un itinerario perfetto.
Home » Visitare Ferrara in bicicletta: l’itinerario perfetto
CoppieDa soloFamiglie con bambiniIn gruppo Consigli di viaggio

Ecco una gita fuori porta da vivere all’insegna della sostenibilità! Raggiungere la città a bordo del Frecciarossa, il mezzo più ecologico e confortevole per spostarsi, e poi visitare Ferrara in bicicletta, magari usufruendo delle nostre offerte e dei servizi dedicati agli amanti della due ruote.

Erede di un importante patrimonio rinascimentale, sotto la signoria degli Este la città ospitò personalità come Ludovico Ariosto, Torquato Tasso, Niccolò Copernico, Andrea Mantegna e Tiziano. L’intera città di Ferrara è Patrimonio dell’Umanità dal 1995 come “Città del Rinascimento” e, dal 1999, per l’ecosistema legato al Delta del Po. 

Il suo centro storico, circondato dalle mura, ospita importanti centri culturali, come la Pinacoteca Nazionale di Palazzo dei Diamanti, il Museo Archeologico Nazionale, il Museo del Risorgimento e della Resistenza e tanti altri luoghi della cultura che fanno della città un punto di riferimento assoluto per chi ama l’arte, l’architettura e il verde, con la parte chiamata “Arianuova” che include orti e giardini entro le possenti Mura Rossettiane.

Cosa vedere a Ferrara in bici

Diritto d’autore: Ekaterina Belova/123RF

Che tu sia partito “bici in spalla” con il treno Regionale o abbia optato per il servizio di monopattino e bici elettrica sul posto, che ti offriamo in collaborazione con i nostri partner, sappi che Ferrara è tra le città che più si prestano a essere visitate con mezzi alternativi e sostenibili.

Le sue bellezze sono tutte a portata di un bike trekking in centro, poiché Ferrara è una città davvero a misura d’uomo. 

Cosa vedere a Ferrara in bici? Uno scrigno di bellezze rinascimentali da scoprire attraverso un itinerario perfetto, che si snoda lungo la disposizione urbanistica tipica del Rinascimento: la cosiddetta “Addizione Erculea”, che vale alla città l’importante riconoscimento Unesco.

Punto di partenza ideale per visitare Ferrara in bicicletta è il suo edificio simbolo: il Castello Estense.

Ferrara, un museo a cielo aperto

Diritto d’autore: Leonid Andronov/123RF

Imponente fortezza in pieno centro, il Castello Estense è uno dei rari esempi sopravvissuti sino ai nostri giorni di castello con fossato acquatico. Inconfondibile per il suo rivestimento in laterizi, le quattro grandi torri angolari e i ponti levatoi, all’interno offre la visita alle prigioni e alle grandi sale affrescate che ospitano mostre permanenti e provvisorie. 

L’itinerario in bici prosegue su Corso Ercole I d’Este, considerato uno dei più belli d’Europa, per ammirare i palazzi che lo fiancheggiano, primo tra tutti Palazzo dei Diamanti, altro simbolo architettonico della città, il cui nome si riferisce alle 8500 bugne a forma di diamante che ne ricoprono le facciate. Progettato dall’architetto Biagio Rossetti, la leggenda narra che una delle bugne nasconda un diamante autentico appartenuto alla corona di Ercole I. 

La bellezza di Ferrara, museo a cielo aperto, si svela dinanzi alla Cattedrale di San Giorgio Martire, vero e proprio merletto in marmo, e al suo campanile rinascimentale, opera incompiuta di Leon Battista Alberti.

Visitare Ferrara in bicicletta, tra i vicoli del centro, significa addentrarsi per via San Romano e incrociare via delle Volte, uno degli angoli più pittoreschi della città, dove il tempo è cristallizzato al Medioevo.

Se pedalare ti ha messo appetito, suggeriamo una sosta ristoratrice tra le stradine che gravitano attorno al Duomo e ospitano la maggior parte dei locali della movida ferrarese. 

Qui è possibile concedersi un assaggio della cucina tradizionale: paste fresche, cappellacci e cappelletti farciti in mille modi, e il top della cucina ferrarese: il tipico pasticcio di maccheroncini conditi con ragù, funghi o tartufo. La presenza del Po e delle Valli di Comacchio garantisce ottimi piatti a base di anguilla, faraona e animali da cortile, il tutto accompagnato dalla “coppia”, il pane ferrarese IGT dalla forma inconfondibile.

Ultimo aggiornamento 10 Dicembre 2020
Visitare Ferrara in bicicletta: l’itinerario perfetto
Ti è piaciuto questo contenuto?
3
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio

Eventi

Mostra

Boldini. Dal disegno al dipinto


“Boldini. Dal disegno al dipinto – Attorno alla Contessa de Leusse” è il titolo della mostra al Castello Estense di […]
Dettagli
Festival

Vivere l'artigianato


Vivere l’Artigianato, in collaborazione con Ferrara Fiere, si svolge dal 4 al 6 giugno con l’intento di aiutare le piccole […]
Dettagli
Festival

Internazionale Festival


Un festival lungo un anno. Internazionale a Ferrara si conferma con una formula rinnovata: un fine settimana al mese di […]
Dettagli