Arte e Cultura Consigli di viaggio

Visita alla città di Brescia, la Leonessa d’Italia

Visita alla città di Brescia, per scoprire le origini dell’appellativo che la vuole “Leonessa d’Italia” e ammirare le sue bellezze storiche e artistiche.
Home » Visita alla città di Brescia, la Leonessa d’Italia
CoppieDa soloFamiglie con bambiniIn gruppo Consigli di viaggio

L’Alta Velocità di Trenitalia* ti porta ai piedi delle Alpi per una visita alla città di Brescia, per scoprire le origini dell’appellativo che la vuole “Leonessa d’Italia” e ammirare le bellezze storiche e artistiche che la annoverano sito Unesco del circuito “Longobardi in Italia: i luoghi del potere”.

Inoltre, con Trenitalia e BresciaCard sconti per visitare la città e vantaggi esclusivi sui servizi di mobilità.

Fondata dai Galli, Brescia divenne colonia romana col nome di Brixia, città di cui resta intatta l’area monumentale del Foro Romano. Soprannominata “Leonessa d’Italia“, in onore ai dieci giorni di resistenza agli austriaci durante il Risorgimento (dal 23 marzo all’1 aprile 1849), la città fa anche da sfondo a due importanti opere letterarie: Adelchi, di Alessandro Manzoni, e Gli aeroplani a Brescia, di Franz Kafka. 

Brescia e la sua provincia sono state inserite dall’IGCAT (International Institute of Gastronomy, Culture, Arts and Tourism) nel progetto gastronomico “Lombardia Orientale Regione Europea della Gastronomia”.

Le Cattedrali: Duomo Vecchio e Duomo Nuovo

Diritto d’autore: Oleg Zaslavsky/123RF

La visita alla città di Brescia parte dalla sua Cattedrale, anzi, dalle sue cattedrali, declinate al plurale. Sono infatti due: Duomo Vecchio e Duomo Nuovo.

Caso unico in Italia, la piazza principale di Brescia è dominata da una coppia di cattedrali che costituiscono insieme un viaggio dal Romanico al Barocco.

Il Duomo Vecchio di Brescia è un tripudio del Romanico. Autentico gioiello della città, fu costruito a partire dal 1100 da un’antica corporazione di muratori specializzati. Chiamato anche “Rotonda” per la sua forma circolare, custodisce al proprio interno numerose opere d’arte: il monumento sepolcrale dedicato a Berardo Maggi, vescovo della città nel 1275, tipico esempio di scultura romanica in marmo rosso; l’altare maggiore del ‘300, il coro e l’organo di Giangiacomo Antegnati, della metà del 1500.

Il Duomo Vecchio è famoso anche per ospitare, nella cappella omonima, il Tesoro delle Sante Croci, preziose reliquie della Vera Croce, e la Cripta di San Filastrio.

Il Duomo Nuovo, progettato dall’architetto Giovanbattista Lantana, si erge maestoso al centro della piazza, con una splendida facciata barocca in marmo di Botticino. Anche al suo interno preziose opere d’arte, come il Crocifisso ligneo del ‘400; l’Arca di Sant’Apollonio, vescovo di Brescia, e la pala di Giuseppe Nuvolose.

Castello di Brescia

Di Marco Assini from Italia, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46866650

Alle pendici del colle Cidneo sorge il Castello di Brescia, poderosa e vasta fortezza che conferma il suo legame con le origini della città e il passaggio di dominazioni diverse.

Il Mastio centrale, le mura merlate e il torrione rivelano un’influenza viscontea; i possenti bastioni e l’ingresso monumentale con ponte levatoio esprimono, invece, la potenza di Venezia, che resse la città per oltre quattro secoli. 

Da non perdere durante la visita alla città di Brescia, il suggestivo giro delle torri e la “Strada del soccorso”, la via di fuga che ha segnato gli assedi succedutisi nella storia. Sulla sommità della rocca si trova il vasto piazzale su cui svetta la Torre Mirabella, del XIII secolo. 

All’interno del castello è possibile visitare il Museo Civico delle Armi “Luigi Marzoli”, con più di mille pezzi dell’armeria milanese e bresciana dei secoli XV-XVIII.

Museo di Santa Giulia

This Photo was taken by Wolfgang Moroder – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=96337383

Il Complesso Monastico Longobardo di San Salvatore-Santa Giulia, all’interno del quale si trova il Museo della Città, rappresenta uno dei più importanti siti Unesco d’Italia dedicati ai longobardi. È composto dai seguenti edifici:

  • Basilica di San Salvatore, cuore dell’antico monastero longobardo, edificata nel 753 per volere del duca di Brescia, Desiderio.
  • Chiesa di Santa Maria in Solario, costruita verso la metà del XII secolo come sacello interno al monastero, su due livelli interni.
  • Coro delle Monache, compreso tra la Basilica di San Salvatore e la Chiesa di Santa Giulia. 
  • Chiesa di Santa Giulia (1593-1599). 
  • Domus dell’Ortaglia, un gruppo di antiche domus romane, utilizzate tra il I e il IV secolo.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com

Ultimo aggiornamento 10 Dicembre 2020
Visita alla città di Brescia, la Leonessa d’Italia
Ti è piaciuto questo contenuto?
1
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio