Arte e Cultura Itinerari

Viaggio nelle Marche alla scoperta di Ancona e Pesaro

Un viaggio imperdibile nelle Marche, alla scoperta di due città da conoscere da vicino: Ancona e Pesaro.
Home » Viaggio nelle Marche alla scoperta di Ancona e Pesaro
CoppieDa soloFamiglie con bambiniIn gruppo Itinerari

Una regione declinata al plurale, quasi a suggerire una varietà di sorprese che non ti aspetti. Un viaggio nelle Marche, alla scoperta di due città da conoscere da vicino, Ancona e Pesaro, ideale per chi è in cerca di un’esperienza sospesa tra arte e natura, lontana dal turismo di massa.  

Le due principali città delle Marche sono collegate tra loro con Frecciargento*. 

Cosa vedere e cosa fare ad Ancona 

Diritto d’autore: Adriano Rubino/123RF

Ancona, capoluogo marchigiano, è anche conosciuta come “Porta d’Oriente”, in riferimento all’antico porto e collegamento tra l’Italia e l’Europa dell’Est. È da qui, infatti, che ci si imbarca per la Croazia. 

Punto di partenza ideale per chi desidera fare un viaggio nelle Marche in treno, Ancona è uno scrigno di gioielli da scoprire. Cosa vedere e cosa fare ad Ancona

Partiamo dal suo centro storico, che raccoglie capolavori di inestimabile valore, tutti da ammirare in una passeggiata che parte da Piazza del Plebiscito e passa davanti al Duomo di San Ciriaco, dedicato al Santo protettore dell’antica Repubblica Marinara di Ancona.

La Pinacoteca Civica Podesti è un piccolo museo di nicchia, con opere considerate tra le espressioni più significative di scuola veneta e marchigiana: la preziosa Crocifissione, del Tiziano; Santa Palazia, del Guercino, un’opera di Lorenzo Lotto e una di Orazio Gentileschi.

Altra chicca da non perdere, il Museo Tattile Statale Omero. Unico nel suo genere in Europa, espone 150 riproduzioni di meraviglie dell’arte, a partire dell’antica Grecia fino al Rinascimento.

Scendendo verso il porto incrociamo uno dei simboli architettonici più antichi della città: l’Arco di Traiano (115 d. C.). Il Senato di Roma lo fece erigere per glorificare l’omonimo imperatore che, di tasca propria, volle ampliare il porto della città.

Diritto d’autore: Adriano Rubino/123RF

Infine, non può mancare una passeggiata al Passetto, la storica pineta di Ancona: un parco affacciato sul mare e sulla splendida Riviera del Conero.

Cosa vedere e cosa fare a Pesaro 

Spostiamoci a bordo del Frecciargento per raggiungere Pesaro in pochi minuti, seconda tappa del nostro viaggio nelle Marche. 

Affacciata sull’Adriatico e adagiata tra due colline costiere, la città è conosciuta con diversi appellativi, ciascuno dei quali si riferisce a una specifica peculiarità: “Città creativa per la musica”, riconoscimento assegnatole dall’Unesco, “Città della bicicletta” e “Città europea dello sport”.

Il suo centro storico rinascimentale, raccolto e vicino alla stazione ferroviaria, offre monumenti, chiese ed edifici di pregio, tra i quali spicca il Teatro Rossini, dove ogni anno si celebra il “Rossini Opera Festival”.

Rocca Costanza, a pianta quadrata con tanto di fossato e torri, ci colpisce per la sua imponenza; così come il celebre Palazzo Ducale e Piazza del Popolo, con la sua famosa fontana.

Diritto d’autore: milosk/123RF

Cosa vedere e cosa fare a Pesaro? Non possono mancare una visita alla casa natale di Gioacchino Rossini, al Museo delle Ceramiche, famoso in tutta Italia, alla Pinacoteca e alla Cattedrale. 

Per chiudere in bellezza, una passeggiata sul Lungomare fino a raggiungere la celebre scultura Sfera Grande, di Arnaldo Pomodoro.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com

Ultimo aggiornamento 7 Dicembre 2020
Viaggio nelle Marche alla scoperta di Ancona e Pesaro
Ti è piaciuto questo contenuto?
2
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio