Arte e Cultura Consigli di viaggio

Viaggio a Firenze, la culla del Rinascimento italiano

Un tour alla scoperta di 4 capolavori del Rinascimento a Firenze tra quelli più famosi, da non perdere assolutamente.
Home » Viaggio a Firenze, la culla del Rinascimento italiano
CoppieDa soloFamiglie con bambiniIn gruppo Consigli di viaggio

Oggi puoi organizzare il tuo viaggio a Firenze con tutto il comfort e la rapidità che ti offrono le nostre Frecce*: ovunque tu sia, ti portano dritto nella culla del Rinascimento italiano.

Scendiamo nella mitica stazione di Santa Maria Novella e lasciamoci guidare in un tour alla scoperta di 4 capolavori del Rinascimento a Firenze tra quelli più famosi, da non perdere assolutamente.

Li raggiungiamo a piedi, durante una passeggiata in centro. Del resto, l’intera città è Patrimonio Unesco, ovvero un museo a cielo aperto, capitale indiscussa dell’arte e dell’architettura occidentali. 

Fu sotto la Signoria dei Medici che Firenze conobbe il periodo di massimo splendore, affidando i propri fasti a personalità e artisti del calibro di Dante Alighieri e Michelangelo Buonarroti.  

Quali sono i 4 capolavori del Rinascimento che non puoi perdere durante un viaggio a Firenze? Scopriamoli in un piccolo tour della città considerata il “salotto buono” del Rinascimento italiano, una delle città d’arte più amate e visitate nel mondo.

David di Michelangelo 

Diritto d’autore: xbrchx/123RF

La magica storia del David di Michelangelo ha inizio da un blocco di pietra portato a Firenze in barca attraverso il Mediterraneo e poi sull’Arno, da una cava di Carrara.

Per la sua mole di 5 metri e mezzo il blocco stesso fu soprannominato “il gigante“, impossibile da scolpire (ci avevano provato, senza successo, gli scultori Agostino di Duccio e Antonio Rossellino).

Nel 1501, il Duomo di Firenze commissionò ufficialmente il progetto a Michelangelo Buonarroti, suscitando in lui un senso di sfida e un interesse tali da costringerlo a ingaggiare una personale “lotta” col blocco di marmo, isolandosi totalmente dal settembre del 1501 fino al maggio del 1504.

Fu così che nacque il David, l’apice del lavoro dello scultore e l’icona per eccellenza del Rinascimento italiano, con dimensioni e proporzioni enormi (oltre 5 metri per oltre 5 tonnellate). Oggi lo si può ammirare dal vivo presso la sala centrale del Museo dell’Accademia, mentre la statua in Piazza della Signoria è una copia.

La Venere di Botticelli 

Diritto d’autore: dipressionist/123RF

Nota come “Nascita di Venere”, la composizione che insieme alla “Primavera” è tra le opere più celebri di Sandro Botticelli, si trova in una sala dedicata presso la pinacoteca degli Uffizi ed è certamente tra i 4 capolavori del Rinascimento da non perdere a Firenze.

Raffigura l’approdo sull’isola di Cipro della Dea dell’Amore, nata dalla spuma del mare e sospinta dai venti, Zefiro e Aura. La dea è in piedi su una conchiglia, perfetta come una perla. Ad accoglierla una giovane donna, che le porge un manto di fiori. 

Botticelli trae ispirazione dalla statuaria classica per l’atteggiamento pudico di Venere, che si copre con i lunghi capelli, i cui riflessi sono ottenuti tramite l’applicazione di pagliuzze d’oro; anche la coppia dei Venti è una citazione di un’opera dell’età ellenistica posseduta all’epoca da Lorenzo il Magnifico.

La Cupola di Brunelleschi 

Diritto d’autore: Aleksandr Ozerov/123RF

Il nostro viaggio a Firenze, tra le diverse espressioni del Rinascimento italiano, ci porta “in cima” a un altro grande capolavoro: la Cupola del Brunelleschi.

Realizzata tra il 1418 al 1434, la cupola ha un diametro di oltre 45 metri, lo stesso dell’intero Battistero ed è un capolavoro assoluto di ingegneria, arte e architettura.

Per quale motivo? Perché si tratta della prima cupola autoportante di quelle dimensioni, senza precedenti né tentativi riusciti di emulazione (quale voleva essere la Cupola di San Pietro in Vaticano). Brunelleschi sviluppò una cupola senza armature, con l’uso di una doppia volta con intercapedine di cui quella l’interna, realizzata con conci a spina di pesce, ha la vera funzione strutturale, mentre quella esterna è solo di copertura.

Sulla Cupola svetta una lanterna a cono, sempre su disegno del Brunelleschi ma realizzata dopo la sua morte. La decorazione interna, realizzata tra il 1572 e il 1579, è capolavoro di Giorgio Vasari e Federico Zuccari, e presenta lo stesso tema iconografico del Battistero.

La Porta del Paradiso di Ghiberti 

Diritto d’autore: Spectral/123RF

Proprio di fronte al Battistero di San Giovanni concludiamo questo tour nella top 4 dei capolavori rinascimentali a Firenze, nello specifico davanti alla straordinaria Porta del Paradiso.

Si tratta della Porta Est di accesso all’edificio, capolavoro di Ghiberti e della Robbia: lo schema compositivo si sviluppa su 10 grandi riquadri che sostituiscono le 28 formelle tipiche delle altre porte dell’edificio.

Gli episodi dell’Antico Testamento vengono rappresentati con una straordinaria tecnica che spazia dall’altorilievo al bassorilievo, fino allo “schiacciato”. I riquadri che vediamo oggi sono una copia, quelli originali sono esposti presso il Museo dell’Opera del Duomo.

Curioso di conoscere gli altri mille volti di Firenze e della Toscana? Organizza il tuo prossimo viaggio a bordo di Trenitalia!

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com

Ultimo aggiornamento 9 Dicembre 2020
Viaggio a Firenze, la culla del Rinascimento italiano
Ti è piaciuto questo contenuto?
6
1

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio

Eventi

Mostra

Francesco Vezzoli in Florence


A Firenze il Contemporaneo torna a dialogare con il Rinascimento con due sculture di Francesco Vezzoli allestite dal 2 ottobre […]
Dettagli
Mostra

Inside Dalì


È un viaggio multisensoriale tra immaginazione e realtà quello di “Inside Dalì”, mostra in programma fino al 16 gennaio 2022 […]
Dettagli
Festival

Dante 2021: un anno di eventi a Firenze


Dante 2021, un anno di eventi: Firenze cuore delle celebrazioni. Tutte le istituzioni culturali della città coinvolte per i festeggiamenti […]
Dettagli
Mostra

Jeff Koons. Shine


Dal 2 ottobre 2021 Palazzo Strozzi ospita una nuova grande mostra dedicata a Jeff Koons, una delle figure più importanti […]
Dettagli
Apertura Staordinaria

Weihnachtsmarkt. Natale tedesco a Firenze


A Firenze si terranno i mercatini della lunga tradizione mitteleuropea dal 28 novembre al 17 dicembre. Piazza Santa Croce sarà il centro di un […]
Dettagli