Arte e Cultura Consigli di viaggio

Una passeggiata nel centro storico di Pienza, Patrimonio Unesco

Pienza, nata dalla visione di papa Pio II è oggi Patrimonio Unesco, un gioiello realizzato ex novo secondo i canoni delle città di fondazione del Rinascimento.
Home » Una passeggiata nel centro storico di Pienza, Patrimonio Unesco
CoppieDa soloFamiglie con bambiniIn gruppo Consigli di viaggio

Trenitalia ti porta alla scoperta della “Città ideale”. Non ci credi?

Pienza, nata dalla visione di papa Pio II è oggi Patrimonio Unesco, un gioiello realizzato ex novo secondo i canoni delle città di fondazione del Rinascimento.

Per raggiungere Pienza basta prendere il Regionale che da Siena arriva a Buonconvento e proseguire a bordo dei pullman locali, immersi nell’incantevole paesaggio della Val d’Orcia*.

Cosa visitare in un giorno a Pienza

Di Stefano_Valeri/Shutterstock

Pienza, “Città ideale” del Rinascimento, è amata dai visitatori di tutto il mondo proprio per la sua struttura rimasta fedele alle origini.

Dall’autostazione, in posizione centrale, ci avviamo per una passeggiata che ha il potere di proiettarci in pieno Medioevo.

Annoverata tra “I Borghi più belli d’Italia”, Pienza si raccoglie attorno alla suggestiva piazza dedicata al pontefice Pio II, artefice del borgo stesso, che ne affidò la progettazione a Bernardo Rossellino, tra i principali esponenti dell’urbanistica razionale del Rinascimento.

Come si sviluppa l’abitato? Siamo di fronte a una rarità: un preciso schema geometrico che dispone “scientificamente” tutti gli edifici in modo da trasformare un luogo fisico in un luogo metafisico.

Di Krisztian Juhasz/Shutterstock

Ecco quindi che passeggiando per il centro storico di Pienza, tra le famose botteghe del ferro battuto, notiamo che le vie convergono tutte al centro della piazza principale, attorno alla quale troviamo anche i maggiori edifici di rappresentanza.

Il Duomo, Palazzo Borgia e Palazzo Piccolomini sono esempi di fasto e simmetria, ciascuno dei quali racchiude segreti e opere d’arte. Il Piccolomini, ad esempio, ospita al proprio interno il primo giardino pensile del Rinascimento, set di numerosi film con Tognazzi e Gassman.

L’intera piazza è presente in alcune scene della fiction tv “I Medici” ed è sede, nel mese di settembre, del tradizionale Palio del cacio fuso, la popolare sfida a colpi di forme di pecorino rotolanti legata alla Fiera del cacio.

Siamo infatti nella patria del Pecorino di Pienza DOC, che accompagnato a un calice di Brunello della vicina Montalcino ci restituisce tutti i profumi e i sapori della Val d’Orcia.

Cosa vedere nei dintorni di Pienza

Di volkova natalia/Shutterstock

Negli immediati dintorni di Pienza è possibile visitare il Castello di Spedaletto, complesso fortificato risalente al XII secolo, raggiungibile con i bus locali.

Proseguendo per un tour dei borghi collinari della Val d’Orcia, a soli dieci minuti di autobus dal castello potrai visitare Castiglione d’Orcia e la sua Rocca Aldobrandesca.

Tappa successiva, il piccolo borgo di San Quirico d’Orcia, collocato lungo la direttrice dell’antica Via Francigena. Concludiamo in bellezza con una sosta a Montalcino, patria del Brunello DOC e uno dei fiori all’occhiello di questa verde vallata.

Qui potrai concederti degustazioni guidate tra vigneti, uliveti, cantine e aziende agricole, dove abbinare al prelibato vino anche l’assaggio degli ottimi taglieri a base di salumi e formaggi senesi.

Concludiamo la nostra gita in treno a malincuore, indugiando ancora un poco tra le atmosfere di un Medioevo che, da queste parti, sembra essere ancora il tempo corrente.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com

Ultimo aggiornamento 2 Aprile 2021
Una passeggiata nel centro storico di Pienza, Patrimonio Unesco
Ti è piaciuto questo contenuto?
0
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio