Gusto e Tradizioni Consigli di viaggio

Tenuta Le Cave: buon vino e relax sulle colline veronesi

Siamo nel cuore della terra dell’Amarone dove le valli intorno a Verona regalano colline disegnate dai vigneti e incantevoli panorami versi i monti Lessini.
Home » Tenuta Le Cave: buon vino e relax sulle colline veronesi
CoppieDa soloIn gruppo Consigli di viaggio

I “Wine Relais” concetto di ospitalità in grande crescita.

Siamo nel cuore della terra dell’Amarone dove le valli intorno a Verona regalano colline disegnate dai vigneti e incantevoli panorami versi i monti Lessini.

Tenuta Le Cave offre proprio questo, ottimo vino, un’accoglienza fatta di grandi e piccoli dettagli dell’ospitalità e una cucina di grande talento. Se a tutto ciò, uniamo la quiete della campagna, una spa e una piscina, il menu è completo.

La Tenuta è uno dei Wine Relais intorno alla città scaligera, che stanno riscuotendo grande successo. Una formula di ospitalità che unisce cantina e hotel, degustazioni e benessere.

Tenuta Le Cave nasce da un progetta di Francesca Ambrosini e Michele Zorzi. La parte vinicola con il marchio “Tasi” è curata da Mattia Cristofoli con la collaborazione di Francesco Sagramoso, socio di Tasi, che si occupa della produzione e della parte commerciale. Enologo è Natalino Fasoli proprietario della cantina di grande valore “Fasoli Gino” situata a pochi chilometri.

La produzione si attesta sulle 100.000 bottiglie per otto etichette, tra cui bollicine, Amarone e un notevole rosato.

Una terra più ricca di vino che di buonsenso – dicono con un sorriso a Tenuta Le Cave – un nome che è espressione dialettale di origine veneta. Dall’italiano “taci” – voce del verbo “tacére”.

Il Prosecco, biologico e certificato, si presenta senza parlare. Non perché timido, ma perché una volta raggiunto il palato di sé ha già detto moltissimo.

Foto di Andrea Radic

Si racconta con semplicità e trasparenza, per non distrarre i propri ospiti dal piacere della convivialità e si fa compagno, silenzioso ma persistente, dei momenti più speciali. Lo riconosci nelle parole euforiche del venerdì sera, nei sorrisi di un martedì durante una cena improvvisata, tra i vuoti di un tavolo in festa alle prime luci dell’alba, nel bicchiere di chi ami e di chi ti sorride.

Affonda le sue radici in quasi un secolo di storia ma si nutre dell’ottimismo giovane e sincero di chi desidera parlare una lingua accessibile a tutti. Originale, buono ed innovativo, si slega dai dogmi classici della cultura enologica senza trascurare mai la qualità di chi, da oltre vent’anni, ha fatto dell’agricoltura biologica la propria filosofia.

I vini “Tasi” nascono da un’idea del padre di Francesca e di suo figlio. Il progetto viene avviato nel 2013 con produzione biologica basta su di un pensiero rigenerativo volto a preservare l’ambiente senza influire con pesticidi, e a salvaguardia di quel territorio dove l’antica cava è stata trasformata in vigneto.

Foto di Andrea Radic

Il tutto promuovendo la biodiversità a favore dell’ecosistema generale tra cui bosco, ulivi, api, che produrranno anche miele come dono artigianale agli ospiti.

Grande attenzione alla cura del terreno e del suolo, cercando di mantenere e aumentare fertilità e ricchezza. Ultimo passo usare sempre di più prodotti corroboranti come funghi, alghe e microelementi, per ridurre il rame.

Un principio che si evolve anche in cantina dove si cerca di traumatizzare il meno possibile il vino, senza situazioni estreme, utilizzando acciaio e cemento che consente, grazie alla porosità, il passaggio dell’ossigeno.

Una filosofia in quattro punti quella di Tasi: il primo è il rispetto della terra e l’autenticità, il secondo la sostenibilità, il terzo l’artigianalità dei singoli passaggi in campagna e in cantina e il quarto l’unicità, senza rincorrere nuove mode, ma seguendo il proprio pensiero fino alla fine.

Foto di Andrea Radic

Tra i vini da segnalare:

Il Brut doc metodo Charmat

Al naso di grande carattere, evolve e conquista con suadenti sfumature aromatiche, di frutta bianca e floreali, composite e piacevoli. Al palato di ottima freschezza riporta alle note aromatico olfattive.

Il Prosecco Rosè

Di notevole ispirazione, un vero pink Wine estivo di bella socialità, tanto da riportare il claim “Go pink think pink”. Naso di bellissima trama erbacea, officinale, aromatica. In bocca è diritto e arriva subito al punto offrendo freschezza e sapidità con equilibrio acido e finale lungo e mandorlato. Il Rosato di buon equilibrio e originale carattere.

Foto di Andrea Radic

Il Valpolicella 2019

Freschezza, leggerezza, un naso elegante e suadente di frutta rossa, cipresso e liquirizia, le sue principali caratteristiche. Al palato analoga semplice trama ma non per questo vaga, elegante invece e di chiari tratti identitari.

Il Valpolicella superiore 2017

Coerenza stilistica rispetto alla casa, semplice di declinata eleganza e morbidezza e di carattere per nulla debole.

Il Ripasso 2017

Due anni legno per una evoluzione del Valpolicella, che regge elegantemente il passaggio in legno e consegna note naturali e nobili. Morbido e intenso al naso, si ritrova al palato una piena eleganza di trama tanninica in perfetto equilibrio. Vino identitario della cantina è un best seller di Tasi.

Il ristorante di Tenuta le Cave è affidato alle talentuose mani dello chef Fabio Aceti che definisce così la sua proposta gastronomica: “Una cucina del chilometro buono, in cui le materie prime sono sia locali, sia provenienti da fuori regione, vengon lavorate con creatività e solida ricerca del gusto e degli abbinamenti”.

Foto di Andrea Radic

Le erbe aromatiche dell’orto interno alla Tenuta sono centrali nella filosofia culinaria di Aceti, coltivate e curate direttamente dallo chef, che ha una passione per il mondo vegetale.

In brigata Nicola Paghera, Ionut Ginghina, Laura Polato. La sala è coordinata dalla maitre Livia Cinque, dal sommelier Franco Battocchi e Mattia Marana commis.

Foto di Andrea Radic

In Tenuta vengono anche organizzate degustazioni e cene tematiche per offrire agli ospiti la possibilità di conoscere e approfondire ciò che questa terra veronese è in grado di offrire.

Ultimo aggiornamento 5 Ottobre 2021
Tenuta Le Cave: buon vino e relax sulle colline veronesi
Ti è piaciuto questo contenuto?
1
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio

Eventi

Apertura Staordinaria

Città dell'amore, Città di Natale


Dal 12 novembre al 26 gennaio Verona ospitaterà le caratteristiche casette in legno del “Christkindlmarkt” di Norimberga,  nel cortile del […]
Dettagli