Villa Torlonia

Grande tenuta nobiliare alle propaggini del Tuscolo, viene edificata nel 1563, quando il letterato Annibale Caro acquistò il terreno dall’Abbazia di Grottaferrata. Qui passò l’ultima parte della sua vita, scrivendo la famosa versione dal latino dell’Eneide. Nel 1606 la villa passò al cardinale Scipione Borghese, che cercava a Frascati un edificio degno di ospitare il nuovo pontefice, lo zio Paolo V Borghese. I Borghese impegnarono per l’esecuzione dei lavori di ampliamento l’architetto Flaminio Ponzo. Nel 1622 tutti i reperti antichi presenti nella villa, circa 50 pezzi, furono trasferiti a Villa Ludovisi, a Roma, poi divenuta Museo Romano. Il parco annesso è attualmente pubblico.  

Ultimo aggiornamento 2 Dicembre 2020
Villa Torlonia
Ti è piaciuto questo contenuto?
0
0

Altre idee di viaggio

Acquista il tuo biglietto