Tomba dei giganti Li Lolghi

I monumenti funerari della Sardegna nuragica (XV-X sec. a.C.) sono prevalentemente rappresentati da singolari sepolture megalitiche dette tombe di giganti, che, per le loro dimensioni, bene esprimono il carattere di grandiosità che sembra costituire il connotato saliente di tutta l’architettura dell’epoca. Si ipotizza che queste tombe fossero riservate alla sepoltura di personaggi di rilievo e alle loro famiglie, oppure a particolari comunità dei villaggi. Anche la tomba “Li Lolghi” presenta la pianta tipica di questa tipologia di monumento, un vano funerario rettangolare racchiuso entro una struttura absidata nella parte posteriore e con esedra semicircolare nella parte anteriore. La tomba è dislocata a 200 metri dalla necropoli “Li Muri” e pare fosse pertinente ad un nuraghe situato a breve distanza. E’ caratterizzata dalle notevoli dimensioni della stele monolitica centinata, un’unica lastra di granito ben sagomata e di forma semiellittica, ornata da una cornice in rilievo e con la superficie divisa in due parti da un listello trasversale. Alta m.3.75 e posta al centro dell’esedra, la stele risulta visibile anche a grande distanza per la sua posizione sulla sommità di un rialzo collinare. Ai suoi lati quattordici monoliti, infissi verticalmente nel terreno e di altezza crescente dai lati verso il centro, fanno corona all’area semicircolare dell’esedra, dove si svolgevano i riti funebri.

Ultimo aggiornamento 1 Dicembre 2020
Tomba dei giganti Li Lolghi
Ti è piaciuto questo contenuto?
0
0

Altre idee di viaggio

Acquista il tuo biglietto