Museo di Arte Sacra_Castellabate

Il Museo raccoglie tele, statue, arredi, paramenti sacri e argenti dal XVI al XX secolo .
Il patrimonio artistico è la testimonianza tangibile della religiosità popolare di questa comunità ed è l’espressione della sua fede che affonda le radici nel monachesimo basiliano e benedettino e si rafforza nella venerazione di Costabile Gentilcore, Santo Patrono e Fondatore di Castellabate.

Il percorso museale:
Oggetti in uso dalle Confraternite:
Stendardi e bandiere dell’azione cattolica;
Paramenti sacri dal XVIII al XX secolo;
Libri del XVIII secolo e pergamene del 1600.

I ritratti dei canonici:
oli su tele dal XVII al XXsec.

Vetrine dei Servi di Dio:
Raccolta di oggetti utilizzati per la penitenza e la mortificazione corporale dal servo di Dio Don Nicola M. Matarazzo (1828-1895) e altri oggetti appartenuti al servo di Dio don Luigi M. Jaquinto padre domenicano (1680-1764).

Gli argenti:
calici, pissidi,patene dal 1586 al 1895, candelieri, turibolo e navetta ostensorio e corona del XVIII sec.

Il presepe:
alcuni personaggi del presepe del Seicento, del Settecento e dell’Ottocento dell’artigianato napoletano.

Gli arredi e paramenti sacri:
Nelle vetrine sono esposti vari tipi di arredo sacro e paramenti: si va dal velo omerale ricamato in oro del XVIII secolo al piviale di 1700 circa, alla tovaglia ricamata per altare del XVIII secolo allo stendardo del 1884, alle carta gloria e ai vasetti per palme.

Le statue:
L’Addolorata – XIX sec.;
Sant’Anna e Maria – XVIII sec.;
Madonna – scultura lignea del 1500
Madonna “della Candelora” – XVIII sec.

Ultimo aggiornamento 1 Dicembre 2020
Museo di Arte Sacra_Castellabate
Ti è piaciuto questo contenuto?
1
0

Altre idee di viaggio

Acquista il tuo biglietto