Museo della Repubblica partigiana

Il Museo documenta la vicenda della Repubblica Partigiana di Montefiorino. Con l’ausilio di testimonianze che appartengono a quel momento storico, è possibile ricostruire gli avvenimenti che, dall’occupazione tedesca, hanno portato alla Resistenza, poi alla Liberazione fino ad arrivare alla nascita della Repubblica stessa.I temi sviluppati dal percorso espositivo – ulteriormente ampliato nel 1996 con l’aggiunta di due sale introduttive dedicate alla Resistenza e alle zone libere – seguono un criterio sia cronologico che tematico. La Resistenza nell’Appennino modenese e reggiano, i partigiani sulla linea gotica, la zona libera di Montefiorino, gli aspetti sociali dell’epoca sono illustrati tramite fotografie, documenti, cimeli, armi, oggetti di equipaggiamento, ritratti, vestiario e accessori, raccordati da brevi testi narrativi. Leggii tematici consentono di approfondire gli argomenti trattati attraverso la riproduzione dei documenti più significativi, insieme a tre punti video che trasmettono le testimonianze dei protagonisti. Un plastico in terracotta riproduce il territorio teatro degli eventi. In località Monchio, già zona libera, sorge il ‘Memorial Santa Giulia-Sculture per la Resistenza’, un complesso di quattordici giganteschi monoliti d’arenaria disposti ai piedi della salita per la chiesa omonima, eseguiti da scultori italiani e stranieri a ricordo dell’eccidio compiuto nella zona.

Ultimo aggiornamento 1 Dicembre 2020
Museo della Repubblica partigiana
Ti è piaciuto questo contenuto?
0
0

Altre idee di viaggio

Acquista il tuo biglietto