MAM – Museo archivio della memoria

Il Museo Archivio di Bagnore, alloggiato nel palazzo della Cultura (unitamente a biblioteca e Archivio Storico), nasce tra la fine del 2005 e gli inzi del 2006, con il fine di documentare la storia del territorio. E’ costiuito, da subito, in parco culturale con percorsi tematici anche esterni e servizi integrativi educativi (mostre tematiche temporanee) alloggiati in un altro palazzo pubblico (Palazzo del Consiglio – Piazza Roma). Il museo rappresente il pernio del parco. Nella sede principale è collocata la parte espositiva museale che, divisa in sale,segue un percorso storico, documentando (con cartografia, oggetti e documenti) attraverso i secoli le vicende delle varie dominazioni. Il museo documenta anche gli aspetti antropologici del lavoro e dell’economia e della religiosità della comunità. Comprende anche un percorso di registrazione e conservazione multimediale della memoria della comunità, centrata sul Novento tendente a documentare gli aspetti antropologici della locale cultura contadina e dei destini migratori della comunità. E’ associata a questa una parte dedicata alla memoria orale, una serie di Mostre esposte nel Palazzo coordinato di Piazza Roma, dove è presente anche la Gipsoteca formata da pannelli dei primi del novecento dell’Artista Augusto Magli, dedicati alla cultura e vita delle comunità rurali della Lunigiana. Sono anche depositati presso il Museo circa 250 lastre fotografiche dei primi del 900, che documentano la realtà lunigianese (dagherrotipi).

Ultimo aggiornamento 1 Dicembre 2020
MAM – Museo archivio della memoria
Ti è piaciuto questo contenuto?
0
0

Altre idee di viaggio

Acquista il tuo biglietto