Isola di Ortigia

Costituisce la parte più antica della città di Siracusa. Il suo nome deriva dal greco antico ortyx (ὄρτυξ) che significa "quaglia". L'isola di Ortigia è molto importante per comprendere le origini dell'intera Siracusa, poiché le fonti attestano che vi sorse il primo nucleo abitativo dei coloni corinzi. Dalla Porta Marina fino al Castello Maniace (che rappresenta la punta estrema dell'isola), è tutto un susseguirsi di sorgenti e fonti naturali, tra le quali spicca la leggendaria Fonte Aretusa, col suo papireto. Altre sorgenti naturali di Ortigia sono la Fontana degli Schiavi; uno dei miqwè (bagno ebraico) più suggestivi d'Europa e la Vasca della Regina. Altro aspetto morfologico interessante sono i gli ipogei. In epoca greca Ortigia fu il centro politico e religioso della città, attraversata dalla Via Sacra (attuale asse urbano Via Dione-Via Roma) sulla quale si affacciavano l'Artemision e l'Athenaion (l'attuale Duomo). Ortigia era anche sede del potere politico dei tiranni siracusani. In epoca medievale venne sempre più fortificata: la testimonianza più evidente e grandiosa è proprio il Castello Maniace. In epoca spagnola, Ortigia fu anche la sede della Camera Reginale.

Ultimo aggiornamento 2 Dicembre 2020
Isola di Ortigia
Ti è piaciuto questo contenuto?
9
0

Altre idee di viaggio

Acquista il tuo biglietto

Eventi

In un mondo perfetto
Mostra

In un mondo perfetto


Dal 4 Giugno al 31 Dicembre 2022 il Castello Maniace (Siracusa) accoglierà un’installazione di più di 70 sculture realizzate da […]
Dettagli