Chiesa di Sant’Elia (o dei Gesuiti)

La Chiesa di Sant'Elia fu edificata in unione all'adiacente Collegio dei Padri Gesuiti come residenza della locale comunità. I primi gesuiti arrivarono ad Amantea attorno al 1620 e vi fecero ritorno dopo un periodo di assenza nel 1652. La Chiesa risale al 1663, quando l'architetto padre Carlo Quercia progettò un edificio a pianta quadrata con la caratteristica cupola "a scodella", rifatta dopo il crollo del 1690, chiamata appunto confidenzialmente dagli amanteani 'a gavita. All'interno vi sono opere abbastanza pregevoli.

Ultimo aggiornamento 2 Dicembre 2020
Chiesa di Sant’Elia (o dei Gesuiti)
Ti è piaciuto questo contenuto?
0
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio