CHIESA DI SANT’ANTONIO DA PADOVA

La chiesa di Sant’Antonio da Padova, con attiguo convento dei frati minori riformati, sorge in un’area suburbana nei pressi di Santa Maria del Lago, a pochi chilometri di distanza dal centro storico di Scanno. 
Secondo la tradizione, il complesso conventuale fu fondato tra il 1595 e il 1596 sulla zona in cui si trovava l’ospedale di Scanno, donato dalla città al momento della fondazione. Ampliato nel XVII secolo, l’edificio fu abbandonato in seguito alla soppressione napoleonica e definitivamente venduto a privati verso la metà del XIX secolo.
La facciata è molto simile a quella di Santa Maria della Valle, costruita trent’anni prima nel centro di Scanno; il paramento murario è scandito da una cornice orizzontale che separa il portale cinquecentesco dal rosone medievaleggiante. 
La pianta è ad aula unica voltata a botte, con tre cappelle laterali per lato; il presbiterio, invece, presenta una copertura a crociera e una cupoletta ribassata.
L’interno è interamente decorato a stucco ed è arricchito da un confessionale e un pulpito lignei del XVIII secolo; sulla volta tre grandi affreschi di Giambattista Gamba (databili al 1728) rappresentano episodi riguardanti i santi francescani Sant’Antonio, San Francesco e San Bonaventura.
Ultimo aggiornamento 1 Dicembre 2020
CHIESA DI SANT’ANTONIO DA PADOVA
Ti è piaciuto questo contenuto?
0
0

Altre idee di viaggio

Acquista il tuo biglietto