Area archeologica Villa romana di Torre

La messa in luce della villa si deve al conte Giuseppe di Ragogna che tra il 1950 e il 1952 scavò le strutture di parte di un vasto complesso residenziale-produttivo, collocato presso l’attuale corso del fiume Noncello, riccamente decorato con raffinati intonaci affrescati e marmi pregiati.<!–
@page { margin: 2cm }
P { margin-bottom: 0.21cm }
–>

Ultimo aggiornamento 1 Dicembre 2020
Area archeologica Villa romana di Torre
Ti è piaciuto questo contenuto?
0
0

Altre idee di viaggio

Acquista il tuo biglietto