Arte e Cultura Consigli di viaggio

Nel borgo di Chianalea, la piccola Venezia del Sud

Chiamata la piccola Venezia del Sud, Chianalea, frazione marina di Scilla, in provincia di Reggio Calabria, è uno dei più bei borghi marinari d’Italia.
Home » Nel borgo di Chianalea, la piccola Venezia del Sud
Coppie Consigli di viaggio

Chiamata la piccola Venezia del Sud, Chianalea, frazione marina di Scilla, in provincia di Reggio Calabria, è uno dei più bei borghi marinari d’Italia, raggiungibile comodamente in treno*.

Meta perfetta per un weekend in coppia, il borgo di Chianalea è senza dubbio il più romantico della Calabria e uno de “I Borghi più Belli d’Italia”. Ci si arriva facilmente in treno, dopo aver raggiunto Villa San Giovanni con le Frecce e gli Intercity, proseguendo per breve tratto a bordo del Regionale che percorre l’incantevole Costa Viola.

Se si è fortunati, a bordo del treno si potrà godere del leggendario effetto ottico noto come “Fata Morgana”, che unisce in apparenza le due sponde dello Stretto, o del “Bacio del sole allo Stromboli”, quando al tramonto la palla infuocata appare letteralmente inghiottita dal vulcano. Uno spettacolo unico, che vale da solo la scelta di viaggiare in treno per apprezzare il paesaggio.

Diritto d’autore: Aliaksandr Antanovich/123RF

Chianalea, tra I Borghi più Belli d’Italia 

Non a caso ribattezzata la piccola Venezia del Sud, Chianalea di Scilla è in assoluto la scelta più romantica e azzeccata per le coppie che decidono di trascorrere un weekend in Calabria senza il pensiero di doversi spostare in auto, sapendo che, esattamente come a Venezia, qui ci si arriva in treno e si cammina a piedi per le minuscole “calli” del borgo.

Cos’è che rende speciale il borgo di Chianalea, tanto da annoverarlo nel prestigioso club “I Borghi più Belli d’Italia”? 

Di sicuro i suoi vicoli d’acqua, ovvero i canali marini che si insinuano tra le caratteristiche casette dei pescatori e danno il nome all’abitato stesso, che sembra derivare dal termine “Piano della Galea” o “Canalea”, con riferimento al fatto che i canali fungono da vero e proprio parcheggio per le barche tirate a secco, direttamente sotto casa.

Diritto d’autore: Marco Rubino/123RF

La storia del piccolo borgo di Chianalea, sobborgo del comune di Scilla, è intrisa di miti e leggende che riecheggiano sin dai tempi di Omero, secondo il quale un gruppo di pescatori esuli troiani si stabilì su questi lidi, gli stessi dai quali Ulisse sfidò con grande audacia le sirene.

Per non parlare della leggenda di Scilla, che dà il nome al comune e aleggia su tutto lo Stretto di Messina: la splendida ninfa trasformata da Circe in un orribile mostro a 6 teste, in forma di cagna dal bacino in giù, “sxylax”, appunto. 

Cosa vedere a Chianalea di Scilla

L’elemento più caratteristico del borgo di Chianalea, la piccola Venezia del Sud, sono le palafitte su cui sorgono ancora alcune abitazioni e, soprattutto, i rinomati ristoranti di pesce che su queste inusuali piattaforme dispongono i loro tavoli per regalare alle coppie l’atmosfera romantica di una cena a pelo d’acqua.

Diritto d’autore: Marco Rubino/123RF

Salendo al borgo di Scilla, è d’obbligo la visita all’imponente Castello Ruffo, una delle fortezze meglio conservate in Calabria, al cui interno si può far visita al piccolo museo delle vecchie imbarcazioni tipiche, i “luntri”, utilizzate per la pesca del pescespada, che da queste parti è il piatto tipico e sinonimo di identità.

Al pescespada era un tempo dedicata la sagra più importante dell’anno, che si teneva in agosto a ridosso del borgo di Chianalea. Ancora oggi, tra le cose da non perdere, c’è il tipico panino con il pescespada, disponibile da aprile a settembre, uno dei migliori street food della Costa Viola. 

Tra le cose da vedere a Scilla, anche le Chiese di Santa Maria di Porto Salvo, San Giuseppe e Palazzo Zagari, edificio in stile Eclettico del 1933.

Bello scoprire tra i vicoli, in una passeggiata romantica, le antiche fontane che recano ancora gli stemmi dei casati nobiliari, come la “Fontana Ruffo” (XVI secolo), la “Fontana tre Canali” con mascheroni e fregi (1610) e la fontana “Il Canalello”.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com

Ultimo aggiornamento 2 Dicembre 2020
Nel borgo di Chianalea, la piccola Venezia del Sud
Ti è piaciuto questo contenuto?
18
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio