Gusto e Tradizioni Consigli di viaggio

Il Tartufo di Pizzo, il re della gelateria calabrese

Quando la voglia di mare si abbina a quella di un buon gelato tradizionale c’è una sola meta da raggiungere: Pizzo Calabro!
Home » Il Tartufo di Pizzo, il re della gelateria calabrese
CoppieDa soloFamiglie con bambiniIn gruppo Consigli di viaggio

Quando la voglia di mare si abbina a quella di un buon gelato tradizionale c’è una sola meta da raggiungere: Pizzo Calabro!

Trenitalia ti porta nel delizioso borgo, famoso per la vicenda di Gioacchino Murat e per un dolcissimo peccato di gola: il celebre Tartufo di Pizzo IGP.

Arriva in Calabria dalle principali città italiane a bordo di Frecce (con nuovi Frecciarossa FAST e Notturni da/per Milano), Intercity (giorno e notte), e prosegui con il Regionale fino alla stazione di Pizzo Calabro*.

Questa splendida località si trova lungo la Costa degli Dei, a pochi chilometri da Tropea, Borgo dei Borghi 2021, che ti invitiamo a scoprire durante la vacanza.

Tartufo di Pizzo: storia e tradizione

Di FVPhotography/Shutterstock

Il nostro viaggio alla scoperta di una delle dolci delizie di Calabria incontra uno dei gelati più amati al mondo.

Il Tartufo di Pizzo nasce nell’omonima cittadina, in provincia di Vibo Valentia, dove è simbolo indiscusso di eccellenza dolciaria da generazioni.

L’unico gelato in Europa ad aver ottenuto il marchio IGP vanta diversi tentativi di imitazione. L’originale, però, lo si può gustare solo nella leggendaria Piazzetta di Pizzo, la terrazza vista mare che traguarda le Isole Eolie, circondati dai tavolini degli storici caffè e delle gelaterie che lo hanno ideato.

Prendiamo posto, dunque, e ordiniamo un autentico Tartufo in attesa che il sole al tramonto “baci” lo Stromboli.

Affondiamo il cucchiaino in un gelato alla nocciola a forma di semisfera, modellato rigorosamente nel palmo della mano, con un cuore di cioccolato fondente fuso e ricoperto da un spolverata di cacao amaro in polvere.

Di FVPhotography/Shutterstock

Come nasce il Tartufo di Pizzo? Per sbaglio!

Era il 1940 quando il maestro pasticcere Dante Veronelli rilevò il Gran Bar Excelsior nel centro storico di Pizzo Calabro, mutandone il nome nell’attuale e avvalendosi della collaborazione di un giovane e bravo pasticcere di Messina, don Pippo De Maria.

Fu lui che, in occasione di un matrimonio importante, avendo terminato gli stampi per confezionare il gelato sfuso, provò a sovrapporre nell’incavo della mano due porzioni di gelato alla nocciola con un interno di cioccolato fuso, ottenendo così la forma tipica del tartufo.

La ricetta originale viene custodita gelosamente dai nipoti del maestro De Maria, depositari della tradizione familiare che ancora oggi propone l’unico e ineguagliabile Tartufo di Pizzo.

Dove mangiare il Tartufo di Pizzo

Di FVPhotography/Shutterstock

Presto detto! Nei due bar attualmente collocati l’uno di fronte all’altro, nella storica piazzetta, entrambi gestiti dagli eredi del primo “tartufaio”.

Dopo aver gustato il nostro gelato dal punto panoramico, uno dei più suggestivi dell’intera Costa degli Dei, decidiamo di completare la visita al centro storico di Pizzo Calabro.

Arroccato sul promontorio mozzafiato, al centro del Golfo di Sant’Eufemia, l’abitato si dispone attorno all’imponente e ben conservato Castello Aragonese, eretto nella seconda metà del XV secolo da Ferdinando I d’Aragona.

Si tratta di un luogo leggendario: fu qui, infatti, che venne tenuto prigioniero e in seguito condannato a morte Gioacchino Murat, re di Napoli e cognato di Napoleone Bonaparte.

Fucilato in un’ala del castello il 13 ottobre del 1815, il re è oggi sepolto nella Chiesa di San Giorgio.

La fortezza, ribattezzata Castello Murat, ospita il Museo Provinciale Murattiano e le rievocazioni in costume legate a questa importante figura storica.

Goloso di nuovi viaggi? Scegli la prossima destinazione del gusto a bordo di Trenitalia!

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com

Ultimo aggiornamento 30 Giugno 2021
Il Tartufo di Pizzo, il re della gelateria calabrese
Ti è piaciuto questo contenuto?
1
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio