Arte e Cultura Consigli di viaggio

Il campanile sommerso nel Lago di Resia: storia e leggende

Se desideri visitare un posto unico, immerso nella natura incontaminata, seguici fino a Curon, il paese sommerso.
Home » Il campanile sommerso nel Lago di Resia: storia e leggende
CoppieDa soloFamiglie con bambiniIn gruppo Consigli di viaggio

Hai presente l’immagine iconica di un campanile che emerge dall’acqua? Resa celebre dallo scrittore Marco Balzano e da una fortunata serie tv, raffigura il campanile della chiesa di Curon Venosta, il paese che giace sotto il Lago di Resia.

Se desideri visitare un posto unico, immerso nella natura incontaminata, oltre che nelle acque del lago e nelle leggende, affidati a Trenitalia.

Ti portiamo a Bolzano con le Frecce dalle principali città italiane, poi a bordo del Regionale fino a Merano, quindi prosegui per il borgo di Curon con i bus locali*.

Curon, il paese sommerso

Di Leonid Andronov/Shutterstock

Il campanile che riemerge dal Lago di Resia è raffigurato anche nello stemma comunale di Curon Venosta, magico borgo alpino della Val Venosta noto anche come “Paese Sommerso”.

Risale al XIV secolo ed è l’unica porzione visibile della chiesa sottostante e dell’intero borgo, oggi completamente sommersi.

Ma come ha fatto un intero paese a finire sott’acqua? La storia è semplice ma l’effetto che ha prodotto è a dir poco carico di suggestione.

Era il 1950 quando le località di Resia e Curon vennero allagate dalle acque di un bacino artificiale.

Mentre il borgo assumeva lentamente le sembianze di un paese sommerso, il campanile della Chiesa di Santa Caterina svettava dalle acque come unico superstite, diventando subito la vera attrazione turistica della zona.

L’antico campanile di Curon: storia e leggende

Di Tatsuo Nakamura/Shutterstock

Il vecchio campanile di Curon e la chiesa annessa risalivano al 1357. Oggi questo simbolo è visitabile in modi diversi a seconda delle stagioni dell’anno.

In inverno, ad esempio, quando il lago è gelato, il campanile è raggiungibile a piedi per un’esperienza che aggiunge brivido su brivido, in tutti i sensi.

Attenzione però! Leggenda vuole che proprio durante i mesi invernali le campane prendano inspiegabilmente a suonare, benché rimosse il 18 luglio 1950, poco prima dell’allagamento.

In primavera, invece, il livello dell’acqua viene abbassato meccanicamente per consentire ai professionisti di valutare lo stato del campanile stesso ed effettuare eventuali interventi di restauro e manodopera.

Se decidi di visitare la Val Venosta e Curon in treno in questo momento dell’anno, puoi approfittarne per scoprire qualche curiosità in più sul paese sommerso.

Di Leonid Andronov/Shutterstock

Quali segreti si nascondono sotto il Lago di Resia? Se lo chiedono da sempre autori di libri e film, affascinati da un luogo che è oggettivamente un set cinematografico a cielo aperto e si presta alle fantasie più sfrenate.

A seguito della realizzazione della grande diga che unificò il lago di Resia, Curon e il lago di San Valentino alla Muta, 163 case e 523 ettari di terreno coltivato furono interamente sommersi, ricavando l’attuale bacino, che è lungo 6 chilometri e largo 1 nel punto di massima.

L’abitato abbandonato di Curon rimane sommerso e la comunità si sposta più a monte, dove sorge il paese attuale che visitiamo.

Il campanile solitario è l’unica testimonianza di quello che si cela nelle profondità del lago, dal quale gli abitanti sentono provenire rintocchi di campane e segnali di vita.

Un luogo sospeso tra storia e leggenda, che è anche uno dei borghi alpini più belli e incontaminati d’Italia, punto di partenza perfetto per le escursioni nella Val Venosta e le degustazioni di un territorio ricco di peculiarità.

Scopri Curon in treno e goditi i segreti della montagna in ogni stagione dell’anno!

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com

Ultimo aggiornamento 10 Maggio 2021
Il campanile sommerso nel Lago di Resia: storia e leggende
Ti è piaciuto questo contenuto?
1
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio