Comune dell’Oltrepò Pavese, in Lombardia, Stradella si estende in parte in collina e in parte in pianura, allo sbocco della Val Versa attraversata dall’omonimo torrente.

La si raggiunge a bordo del Regionale*.

Di origine medievale, il territorio fu conteso tra Piacenza e Pavia, che ne è provincia, lungo il tracciato dell’antica Via Postuma. Per questa ragione il vescovo Guido di Langosco fece costruire a sua difesa le grandi mura di mattoni entro le quali venne eretto l’antico abitato. In posizione panoramica, in cima al colle, svetta la Rocca di Montalino (attualmente adibita a residenza privata), circondata dai pregiati vigneti e dalle Colline dell’Oltrepò già Patrimoni Unesco.

Da visitare la Basilica di San Marcello in Montalino, edificata in stile Romanico Lombardo nel XII secolo, in cotto e arenaria, dichiarata Monumento Nazionale e uno dei più antichi edifici sacri della zona. Sulla piazza si conserva il simbolo di Stradella, la sua Torre Civica. Da non perdere assolutamente il Museo della Fisarmonica, espressione dell’artigianato tradizionale, intitolato a Mariano Dallapè, che nel 1876 impiantò qui il suo primo laboratorio di costruzione delle fisarmoniche. Merita una visita anche il Museo Naturalistico, con le sezioni di botanica, geologia e paleontologia ricche di reperti locali.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com