Soverato

Soverato

La cosiddetta “Perla dello Ionio” calabrese si dispone nella Baia dell’Ippocampo, all’interno del Golfo di Squillace, in provincia di Catanzaro.

Soverato è raggiungibile a bordo di Intercity e Regionale*.

La baia soveratese prende il nome dalla specie autoctona di ippocampo, che qui trova il proprio habitat naturale ed è tutelata dall’apposita Area Marina Protetta. La costa di Soverato è certificata Bandiera Blu e si estende per chilometri di sabbia finissima. L’abitato recente, in marina, vanta un Lungomare attrezzato di pista ciclabile e ricco di locali, stabilimenti balneari e spazi verdi che alternano pinete a giardini pubblici. Lungo Corso Umberto, via dello shopping e dei caffè, si dispongono diversi edifici in stile Liberty, come Palazzo Gregoraci e Palazzo Alcaro, oltre alla Chiesa dell’Immacolata e al Complesso dei Salesiani, in posizione più panoramica. Il belvedere più suggestivo è quello dell’Orto Botanico Santicelli, lungo la strada panoramica, nei cui pressi sorge la Torre Carlo V (proprietà privata).

Il centro storico vero e proprio, Soverato Superiore, si trova più a monte e vanta una bella Chiesa Matrice con all’interno la celebre Pietà a firma Antonello Gagini (1521). Dal paese si gode la vista sui ruderi di Soverato Vecchia, antico nucleo abitato distrutto dal terremoto del 1783.

In agosto, Soverato festeggia la Madonna a mare (Madonna di Portosalvo), in occasione della quale si svolge la tradizionale processione di barche. Gli eventi invernali fanno capo al Teatro Comunale e al Teatro del Grillo.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com