La città di Rieti, capoluogo dell’omonima provincia laziale, sorge nella fertile Piana Reatina, alle pendici del Monte Terminillo.

Importante città dei sabini, più antica di Roma, è raggiungibile in Regionale*.

Il centro storico è visitabile a piedi, con una passeggiata alla scoperta delle eccellenze che lo rendono interessante, primo fra tutti l’elemento religioso. Rieti è sede di due santuari francescani: il Santuario di Fonte Colombo e il Santuario La Foresta, ragion per cui molti pellegrini la raggiungono tutto l’anno, percorrendo la Valle Santa reatina, lungo il Cammino di San Francesco.

Il borgo è protetto su un lato dalla cinta muraria medievale, per gran parte ben conservata, e si articola in 4 antichi rioni. Le chiese meritano tutte una visita, a partire dalla Cattedrale di S. Maria Assunta; così come il Palazzo Vescovile, il Palazzo Comunale e il Palazzo Vincentini, con Giardino e Loggia Vignolesca. Preziosa è la pinacoteca del Museo Diocesano.

I periodi per visitarla? I mesi di giugno e luglio, durante la Processione dei Ceri in onore di S. Antonio, e il Palio della Tinozza, lungo il fiume Velino. Regina della tavola reatina è la pasta, frutto del rinomato Grano Rieti Originario, mentre la copeta è il tipico biscotto secco servito su foglie di alloro.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com