La città di Ragusa è il cuore del Barocco Siciliano, tra i Monti Iblei e la Val di Noto, Patrimonio Unesco. Il suo centro storico, Ragusa Ibla, è il gioiello dell’omonimo consorzio comunale (la provincia più a sud d’Italia).

Dopo aver traghetto in Sicilia a bordo di Intercity (giorno e notte), col comodo servizio treno + nave Blu Jet, si prosegue in Regionale*.

Chiamata “Città dei Ponti“, per la presenza di tre strutture storiche, fu distrutta nel 1693 dal devastante terremoto che colpì l’intero territorio. L’abitato, frutto della ricostruzione del XVIII secolo, si divide in due quartieri: Ragusa Superiore, sull’altopiano, e Ragusa Ibla. Vero e proprio set cinematografico a cielo aperto, Ragusa Ibla è riconoscibile in molte scene della serie tv Il commissario Montalbano, tratto dai romanzi di Andrea Camilleri, e in L’uomo delle stelle, del regista Giuseppe Tornatore. Nel centro storico sono dislocati ben 14 dei 18 monumenti Patrimonio Unesco e circa 50 chiese, oltre agli importanti resti dell’antica Hybla. Da visitare: il Duomo di San Giorgio, la Cattedrale di San Giovanni Battista e la Chiesa di San Giuseppe, riconoscibile per la facciata convessa sovrastata da sculture e statue. Innumerevoli i palazzi nobiliari barocchi. Una chicca? Il Circolo di Conversazione di Ragusa (o Caffè dei Cavalieri), raro esempio di luogo appositamente creato per la conversazione di artisti e intellettuali. Il Giardino Ibleo è il più antico dei quattro giardini principali della città (1858).

Il Borgo dei Pescatori, ovvero Marina di Ragusa, è tappa imperdibile in estate: Bandiera Blu che vanta due lungomari. A Ferragosto si svolge il tradizionale “Legno a Mare” (‘u lignu ‘nzivatu), il palo della cuccagna posto in orizzontale, a pelo d’acqua. Da assaggiare? Il Caciocavallo Ragusano DOP.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com