Parte della provincia metropolitana di Napoli, in Campania, la città di Pompei lega il suo nome all’antico sito romano, oggi tra i Patrimoni Unesco e i parchi archeologici più visitati al mondo.

Pompei è raggiungibile in Regionale, usufruendo del comodo servizio Pompei Link (treno + bus) che collega la Stazione Centrale di Napoli alla fermata Pompei-Scavi; oppure, a bordo dell’Archeotreno Campania di Fondazione FS*.

Una volta giunti nel Parco Archeologico di Pompei non ci resta che fare un tuffo indietro nel tempo, spostando le lancette all’anno 79, quando l’antica città romana fu letteralmente sigillata dall’eruzione del Vesuvio. Passeggiare tra le strade e i vicoli di Pompei, affacciarsi alle stanze delle case e delle officine, visitare i templi e le terme in un’area di oltre 66 ettari, trovando donne, uomini e bambini cristallizzati sotto la cenere è un’esperienza ineguagliabile. Tra i luoghi da non perdere durante la visita: la Casa del Fauno, la più grande di Pompei (3000 mq), il Lupanare (antico bordello), la Villa Imperiale, finemente decorata con un porticato di 43 colonne nel giardino, e la celebre Casa dei Misteri, così chiamata per i dipinti interni che testimoniano i rituali legati ai Sacri Misteri.

Terminata la visita agli scavi, la cosiddetta Città Nuova, alle falde del Vesuvio, è sede di pellegrinaggio da tutto il mondo per via del Santuario della Beata Vergine del Rosario, legato a leggende miracolose. Immancabile, un giro di shopping tra le botteghe artigiane specializzate nella produzione del prezioso Cammeo Pompeiano, il tipico gioiello ricavato dall’incisione dell’onice e decorato artisticamente dai maestri locali.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com