Anche nota come la “Primogenita” e la “Città dei Farnese”, dalla storica famiglia di mecenati che la resse per lungo tempo, Piacenza è parte del circuito Città d’Arte della Pianura Padana.

Capoluogo dell’omonima provincia dell’Emilia Romagna, la città è raggiungibile in treno con Frecce, Intercity e Regionale*.

La Stazione di Piacenza è a due passi dalla meravigliosa Basilica di San Savino, da visitare appena arrivati in città. Di fondazione romana, Piacenza è da sempre crocevia di pellegrini, mercanti e mecenati, la cui storia si intreccia a quella dei Farnese, che tra il XIV e il XVIII secolo estesero il loro potere all’antico Ducato di Parma e Piacenza. Il simbolo della città è senza dubbio Palazzo Gotico, edificato a partire dal 1281. La maggior parte dei palazzi nobiliari custodisce giardini interni, che rappresentano un itinerario nell’itinerario. Da Piazza Cavalli, che ospita i famosi Monumenti Equestri in bronzo raffiguranti i duchi, si raggiunge Palazzo Farnese, costruito nel Cinquecento e oggi sede dei Musei Civici. Tra le loro sale è possibile ammirare il celebre Tondo del Botticelli, la Sala dei Fasti Farnesiani, il Museo delle Carrozze e il Museo Archeologico. Proseguendo per il centro, si incontrano la Cattedrale, con la cupola affrescata dal Guercino, e il Teatro dei Filodrammatici.

Gli appassionati di legge possono visitare Piacenza nel mese di settembre, quando si svolge l’ormai famoso Festival del Diritto, unico nel suo genere. La cucina piacentina fa parte a tutti gli effetti degli attrattori da non perdere: dai salumi tipici ai marubini e le altre declinazioni di pasta fresca.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com