Monte Argentario

Comune sparso che ha Municipio presso Porto Santo Stefano, nella provincia toscana di Grosseto, si dispone sul promontorio tra la Maremma Grossetana e il litorale tirrenico di Costa dell’Argentario.

Monte Argentario si raggiunge a bordo di Frecciabianca, Intercity e Regionale*.

Il cosiddetto “Promontorio dei Re” offre una diversità costiera e naturalistica che include la piccola area pianeggiante di Terrarossa, Sito di Interesse Regionale e sede delle storiche miniere. Il modo migliore per scoprirne le bellezze? Un’escursione verso i punti panoramici sulle isole dell’Arcipelago Argentario (Isola d’Elba e Isola del Giglio), raggiungibili con appositi collegamenti nautici. Tante le chiese, le fortezze e i palazzi storici sparsi nel territorio. Da visitare: la Chiesa di Santo Stefano e la Fortezza Spagnola (presso Porto Santo Stefano), il Palazzo dei Governanti e la Rocca Aldobrandesca (presso Porto Ercole). Forte Pozzarello, nell’omonima località, guarda sulla bella baia sottostante. Tra le grotte da esplorare a piedi o in barca, la Grotta Grande dell’Argentarola, sull’omonimo isolotto, e la paleolitica Grotta dei Santi.

La cucina tradizionale, ovviamente a base di pesce, vanta la tipica zuppa Caldaro dell’Argentario, le Fiche Maschie (pesce azzurro locale) e la minestra di spernocchia (crostaceo). Da bere, un buon calice di Ansonica Costa dell’Argentario DOC e l’amaro digestivo Argentarium, prodotto dai frati del convento passionista.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com