La “Città dei Bruzi”, in riferimento alla popolazione che la fondò (IV secolo a.C.), è capoluogo dell’omonima provincia calabrese e sorge su sette colli e due fiumi.

La si raggiunge in Regionale, la stazione è vicinissima al centro storico*.

I mille vicoli di Cosenza Vecchia convergono sull’antica arteria principale, Corso Bernardino Telesio, lungo il quale sopravvivono alcune botteghe storiche e si affaccia la meravigliosa Cattedrale di Santa Maria Assunta, attenzionata dall’Unesco, al cui interno è custodita l’icona bizantina della Madonna del Pilerio. Su Piazza XV Marzo sorgono il Teatro Alfonso Rendano e l’Accademia Cosentina, luogo elettivo del filosofo Bernardino Telesio. Infine, in cima alla sommità del Colle Pancrazio, svetta il Castello Svevo, sede di mostre ed eventi. Tra i musei da non perdere: il Museo dei Brettii e degli Enotri, la Galleria Nazionale di Palazzo Arnone, il Museo del Fumetto e il BoCs Art Museum, che espone opere d’arte contemporanea frutto di residenze artistiche in città. La parte nuova di Cosenza si snoda su Corso Mazzini, centro di shopping e movida, oltre che del suggestivo percorso di sculture del MAB – Museo all’Aperto Bilotti.

Cosenza è una città culturalmente vivace, sede di eventi, mostre e rassegne tutto l’anno. Tra le manifestazioni imperdibili, il Festival del Fumetto (in autunno), la stagione operistica teatrale, le rassegne estive e le iniziative culturali presso Villa Rendano.

La tavola cosentina? Passa per le gustose patate ‘mbacchiùse, i cuddrurieddri (ciambelline fritte) e i dolci tipici, quali i Bocconotti Cosentini e la tradizionale Varchiglia alla Monacale. Da bere non può mancare un ottimo calice di Magliocco.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com