Capoluogo della provincia Barletta-Andria-Trani, la città pugliese è adagiata nel Bacino dell’Ofanto, attraversata dall’omonimo fiume.

Nota anche come “Città della Disfida”, per via del celebre avvenimento storico, e per l’altrettanto storica Vittoria di Canne ad opera di Annibale (216 a. C.), Barletta conserva intatte le testimonianze del suo prezioso passato. Lungo Corso Vittorio Emanuele, ad esempio, ci accoglie il Colosso di Barletta: monumentale statua bronzea bizantina. Alle sue spalle, la Cattedrale del Santo Sepolcro racconta invece la storia normanna e l’epoca in cui la città era una delle tappe più importanti per i Crociati in viaggio verso Gerusalemme. Normanno è anche il più importante simbolo architettonico: il Castello di Barletta, proteso verso il mare, quartier generale dell’imperatore Federico II di Svevia. Oggi ospita al suo interno il Museo Civico, che accorpa due gallerie e la Collezione Cafiero di argenti e ceramiche. Per conoscere la vicenda legata alla Disfida di Barletta bisogna spostarsi in Via Cialdini, dove, nel 1503, una semplice cena divenne causa di un’offesa lanciata dai francesi agli italiani, guidati alla sconfitta da Ettore Fieramosca.

L’intero centro storico sorge a ridosso del mare. Da Porta Marina, unica testimonianza delle antiche mura, si godono scorci fotografici.

Piccola capitale dell’Impressionismo italiano, Barletta è città natale di Giuseppe De Nittis, pittore al quale ogni anno vengono dedicati eventi e mostre. Un assaggio della cucina tipica pugliese e un momento di relax in spiaggia completano la visita alla città.

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com