Avellino, sede dell’omonima provincia della Campania, fu fondata dall’antico popolo degli irpini (Abellinum) nella cosiddetta Conca Avellinese, la piana di origine vulcanica dell’Irpinia coltivata a noccioleti.

La città di Avellino è raggiungibile a bordo di Frecciarossa, Intercity e Regionale*.

Il centro abitato di Avellino ha risentito nei secoli delle distruzioni dovute ai ripetuti terremoti in Irpinia, benché la ricostruzione degli edifici storici, dei numerosi conventi e dei monumenti abbia rispettato fedelmente gli originali. Ciò vale per il Duomo di Avellino, sul Colle della Terra, con facciata ottocentesca, elementi normanni alla base del campanile e una bella cripta romanica. Simbolo della città è la Torre dell’Orologio che svetta in Piazza Amendola, alta 36 metri in stile Barocco. Tra i monumenti del centro spicca la Fontana di Bellerofonte (XVII secolo), conosciuta anche come Fontana dei tre Cannuòli, opera dello scultore bergamasco Cosimo Fanzago. Dislocato in varie sedi cittadine, il Museo Irpino è il principale museo del territorio. Infine, di fronte al Teatro Gesualdo si possono ammirare i ruderi del Castello Longobardo (VI secolo).

Tra gli eventi più sentiti in città, i festeggiamenti in onore di Santa Rita da Cascia (maggio) e il Ferragosto Avellinese, che include il folkloristico Palio della Botte. Tra i prodotti lodevoli del territorio, il vino Fiano di Avellino DOCG.

 

N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com