Posta al centro della pianura alluvionale formata dai fiumi Tanaro e Bormida, la città di Alessandria, capoluogo dell’omonima provincia piemontese, si trova anche al centro del triangolo industriale Torino-Genova-Milano, del quale rappresenta un importante nodo ferroviario.

La si raggiunge in Intercity e Regionale, con la stazione che si apre di fronte a un bel parco pubblico e al centro cittadino*.

Quest’ultimo è caratterizzato dalla vastità di Piazza della Libertà, anticamente Platea Maior, la “piazza d’armi” voluta da Napoleone, che ordinò la demolizione dell’originaria cattedrale (1803) costruita contestualmente alla fondazione della città. L’attuale Cattedrale di San Pietro è dunque frutto di ricostruzioni e rimaneggiamenti. La chiesa più antica della città è, invece, Santa Maria del Castello (XII secolo). Tra gli edifici pubblici, i più antichi e degni di nota sono Palazzo Vetus (1170), Palazzo del Municipio e Palazzo Ghini. Le due sponde del Tanaro sono collegate dallo storico Ponte Cittadella e dal più recente Ponte Meier, che consentono l’accesso alla Cittadella Militare, una delle principali fortezze al mondo, a firma Ignazio Bertola, visitabile grazie al FAI. Molto ricca la tradizione teatrale alessandrina.

Prima di lasciare la città occorre concedersi un goloso assaggio dei prodotti tipici della pasticceria, come i Lacabon, a base di miele e albume, e dei pregiati vini DOC della provincia alessandrina.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com