Nota come “Città dei Templi” per l’omonima valle Patrimonio UNESCO, Agrigento sorge nella parte sud-occidentale della Sicilia.

La città e la sua provincia sono raggiungibili da tutta Italia, traghettando sull’isola col servizio treno + nave Blu Jet e proseguendo a bordo del Regionale*.

Il centro storico conserva significative testimonianze dell’arte arabo-normanna: la Cattedrale di San Gerlando, che svetta in cima alla collina di Girgenti, la parte medievale della città; Palazzo Steri, sede del seminario; Palazzo Vescovile, la Basilica di Santa Maria dei Greci e il Complesso Monumentale di Santo Spirito. Città natale del commediografo Premio Nobel Luigi Pirandello, Agrigento ospita il maestoso Teatro a lui dedicato, mentre la Casa-Museo Pirandello si trova poco fuori città (in contrada Caos): una costruzione rurale settecentesca che espone oggetti personali, fotografie, premi, lettere, manoscritti e prime edizioni di libri con dediche autografe.

La visita ad Agrigento prosegue nella Valle dei Templi, luogo simbolo della città dove scoprire il fascino dell’antica Akragas, una delle più importanti colonie greche della Sicilia (582 a.C.), disposta per terrazzi: la Rupe Atenea, sede dell’acropoli, con funzione sacra e difensiva; la Collina dei Templi, con i resti dei suoi imponenti santuari; la zona centrale dell’abitato, gli edifici pubblici e le necropoli.

Quando programmare un viaggio in treno ad Agrigento? La fine di febbraio, ad esempio, offre i profumi, i colori e i sapori della Sagra del Mandorlo in Fiore, uno degli appuntamenti più attesi del territorio. Tra i luoghi più affascinanti da vedere nelle vicinanze, si consiglia la celebre falesia sul mare nota come Scala dei Turchi: una scalinata naturale, di assoluto candore, che sprofonda nel blu.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com