Gusto e Tradizioni Itinerari

Da Parma a Reggio Emilia, la patria del Parmigiano Reggiano

Un itinerario tutto emiliano, che passa per Parma e Reggio Emilia, alla scoperta di uno dei formaggi più amati: il Parmigiano Reggiano.
Home » Da Parma a Reggio Emilia, la patria del Parmigiano Reggiano
CoppieDa soloFamiglie con bambiniIn gruppo Itinerari

Pronto a partire per il regno indiscusso del Parmigiano Reggiano DOP? Trenitalia ti fa “assaggiare” le città capitali del gustoso formaggio, che è eccellenza del Made in Italy nel mondo.

Un itinerario tutto emiliano, che passa per Parma e Reggio Emilia, alla scoperta di uno dei formaggi più amati, dei suoi segreti di produzione, stagionatura e degustazione.

Due destinazioni che puoi raggiungere dalle principali città italiane con Frecce, Intercity e Regionali*.

Da parte nostra, ti consigliamo di partire a stomaco vuoto!

Le origini del Parmigiano Reggiano

Diritto d’autore : mariakraynova/123RF

Tra le numerose eccellenze di questo distretto enogastronomico, il Parmigiano Reggiano la fa da padrone.

Inconfondibile per il sapore stuzzicante, pungente al palato, e per il suo profumo intenso, il Parmigiano Reggiano rimane fedele a se stesso malgrado gli innumerevoli tentativi di imitazione.

Cos’è che rende così unico il re degli stagionati? Naturalmente il territorio di provenienza!

Impossibile da riprodurre in qualunque altro luogo che non sia la Pianura Padana, dove l’alimentazione delle vacche incontra la sapienza dei mastri casari che da generazioni trasformano il loro latte in un prodotto speciale.

Ecco perché degustarlo in questi luoghi significa partire per un viaggio sensoriale che racconta tutta la bellezza dell’Emilia Romagna.

Itinerario culinario tra Parma e Reggio Emilia

Di HQuality/Shutterstock

Il viaggio in treno tra i luoghi del Parmigiano Reggiano tocca le province di Parma e Reggio, nelle quali si concentrano centinaia di aziende agricole e caseifici che producono il pregiato latte da cui nasce il Parmigiano DOP.

Il punto di partenza, però, non può che essere il Museo del Parmigiano, parte integrante della rete Musei del Cibo della provincia di Parma.

Ospitato all’interno di un antico “casello” ottocentesco, riproduce con un allestimento didattico la storia della produzione del Parmigiano e il suo profondo rapporto col territorio.

Oltre 120 oggetti si sommano a immagini, disegni e foto d’epoca per illustrare l’evoluzione delle tecniche di trasformazione del latte, dalla mungitura alla vendita sotto il rigido disciplinare del Consorzio del Parmigiano Reggiano.

Di mariakray/Shutterstock

Oltre a quello del Parmigiano, i Musei del Cibo costituiscono un itinerario del gusto che conquista grandi e piccini. La città di Parma, infatti, vanta alcune tra le eccellenze enogastronomiche italiane conosciute in tutto il mondo, a ciascuna delle quali è dedicato un apposito museo, raggiungibile con i mezzi pubblici locali:

  • Museo del Prosciutto di Parma (Langhirano)
  • Museo del Culatello di Zibello (Polesine Parmense)
  • Museo del Salame (Felino)
  • Museo del Vino (Sala Baganza)
  • Museo della Pasta (Collecchio)
  • Museo del Pomodoro (Collecchio)
  • Museo del fungo Porcino (Borgo Val di Taro).

A completare la visita, all’interno degli spazi museali è possibile degustare e acquistare i prodotti con abbinamenti e suggerimenti ad hoc.

Prima di proseguire sull’itinerario del gusto, ci concediamo una passeggiata nel centro storico di Parma, Capitale della Cultura 2021.

La gloriosa Reggio Emilia, la Città del Tricolore, non è da meno! Ti accoglie con la sua atmosfera godereccia per offrirti la bellezza delle piazze e il sapore dei suoi prodotti tipici.

Città ricca di storia e cultura enogastronomica, Reggio Emilia è sede di alcuni tra i marchi più prestigiosi della salumeria italiana, esportati in tutto il mondo.

Di kuvona/Shutterstock

Alcune delle aziende sono aperte alle visite guidate su prenotazione, immerse nella splendida cornice paesaggistica delle colline reggiane e raggiungibili con i mezzi pubblici locali.

Qui si producono lo straordinario Prosciutto Cotto, il dolcissimo Prosciutto Crudo, il Parmigiano NON OGM a filiera controllata, l’ottimo Lambrusco e l’Aceto Balsamico Tradizionale.

Quest’ultimo è protagonista di un tour a sé molto suggestivo, tra le antiche acetaie della città, dove è possibile scoprire i segreti dell’invecchiamento e assaggiare “l’oro nero” in tutta la sua bontà.

Un territorio che è una vera e propria “Food Valley“, dove l’infinita gamma di prodotti DOP, DOC e IGP coniuga la storia d’Italia a quella del Made in Italy.

Un ultimo giro a caccia di Parmigiano? Prima di prendere il treno del ritorno, ti suggeriamo una tappa tra i caseifici nei dintorni, dove in periodi diversi dell’anno si svolge l’iniziativa “Caseifici aperti“, che permette di incontrare i casari e acquistare il Parmigiano direttamente dalle loro mani esperte.

 

*N.B. Le soluzioni di viaggio proposte potrebbero essere soggette a variazioni. Verifica l’effettiva disponibilità su Trenitalia.com

Ultimo aggiornamento 5 Maggio 2021
Da Parma a Reggio Emilia, la patria del Parmigiano Reggiano
Ti è piaciuto questo contenuto?
19
67

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio

Eventi

Mostra

Opera: il palcoscenico della società


Nell’ambito di Parma Capitale Italiana della Cultura 2021, sabato 18 settembre a Palazzo del Governatore, apre al pubblico la mostra […]
Dettagli
Festival

Around Banksy


“Around Banksy” è la rassegna di eventi e performance dedicati al mondo della street art di Parma, fino al 13 […]
Dettagli
Mostra

Due scrittori: Leonardo Sciascia e Jorge Louis Borges


È il ritratto di due scrittori e immortalati dalla grande fotografia di Ferdinando Scianna, alla Reggia di Colorno, dal 12 […]
Dettagli
Mostra

Uno sguardo di donna su volti, corpi, paesaggi


Ampia la rassegna di immagini di Carla Cerati in mostra alla Reggia di Colorno dal 16 ottebre all’8 dicembre. 88 […]
Dettagli