Made in Italy e Tendenze Consigli di viaggio

A Napoli: gli atelier degli artisti da scoprire nel centro storico

Si giunge alla stazione di Napoli Centrale e una piacevole passeggiata ci porta nel cuore del centro storico.
Home » A Napoli: gli atelier degli artisti da scoprire nel centro storico
CoppieDa soloFamiglie con bambiniIn gruppo Consigli di viaggio

Si giunge alla stazione di Napoli Centrale e una piacevole passeggiata ci porta nel cuore del centro storico, da via dei Tribunali, a Forcella, a Spaccanapoli, tra chiese barocche di grande fascino come Santa Maria delle anime del Purgatorio e palazzi storici nobiliari con monumentali facciate e cortili nascosti di struggente bellezza.

Proprio in alcuni di essi sono nati gli atelier della “Nouvelle Vague” dell’arte contemporanea napoletana, che mostra il segno di una vitalità giovane e creativa.

Per questa visita molto speciale, partiamo da Palazzo d’Angiò, il più antico della città, risale al 1300, ci fa da guida Alessandra D’Aniello, scultrice, artista e grande amante della sua città di cui conosce l’anima più vera.

Una passeggiata tra i vicoli per scoprire un culto che si rifà al sincretismo dove si mescolano simboli religiosi e pagani, vita e morte che viene esorcizzata per non far più paura. Come il culto delle “anime pezzentelle” che vengono “adottate” dai credenti per consentire di passare dal Purgatorio al Paradiso.

In cambio, chi le ha curate, parrebbe ricevere i numeri giusti da giocare al Lotto. Nelle mura dei palazzi, si trovano delle piccole edicole che custodiscono le statuine delle anime purganti.

Foto di Andrea Radic

A Palazzo Diomede Carafa, risalente al XV secolo, dopo aver ammirato il cortile interno e le sue statue, troviamo l’atelier di Pasquale Manzo.

Il suo lavoro artistico si sviluppa intorno alla figura di Pulcinella, irriverente protagonista, anima napoletana che, racconta Manzo “Un’antica filastrocca del ‘700 narra sia nato da un uovo, come simbolo positivo dell’origine della vita. È la gallina Chiochiò che scavando nel terreno trova un uovo, lo cova e da esso nasce Pulcinella”.

Foto di Andrea Radic

Verità o leggenda ? Come tutte le favole napoletane dopo averla ascoltata alcune volte diventa vera.

Tappa successiva l’atelier della stessa Alessandra D’Aniello dove ammirare le sue creazioni, davvero notevoli le opere in ceramica ispirate ad antichi papiri rinvenuti a Ercolano, che appese al muro, è come cantassero producendo suoni dolci e suadenti.

Foto di Andrea Radic

Dal quartiere dei Tribunali si scende in via Toledo, percorrendo la quale, si giunge alla Galleria Umberto I, simbolo della Napoli regale, con eleganti e maestose architetture.

Al piano inferiore della Galleria si cela un vero tesoro della storia delle città: il Salone Margherita, elegantissima sala da ballo e ricevimenti, aperta nel 1890. Qui si parlava francese e i camerieri servivano, in guanti bianchi, nobildonne e grandi ufficiali.

Foto di Andrea Radic

Lo champagne scorreva a fiumi, l’aristocrazia internazionale e partenopea s’incontravano per danzare al suono dell’orchestra. Il racconto che ne fa l’attuale proprietario Pasquale Barbaro è davvero suggestivo.

Uno dei modi più belli di chiudere una prima visita di questi suggestivi angoli della città, è il cosiddetto “Balcone di Napoli” che da Posillipo offre una vista ineguagliabile sull’intero golfo, dove siamo saliti con Francesco Daniele e sua mamma, la signora Rosa, due veri napoletani, aperti, vivaci, appassionati.

Foto di Andrea Radic

Per nutrirsi e riposarsi, il quartiere dei Tribunali offre i migliori pizzaioli napoletani e numerosi bed&breakfast all’interno degli stessi storici palazzi.

Ultimo aggiornamento 28 Settembre 2021
A Napoli: gli atelier degli artisti da scoprire nel centro storico
Ti è piaciuto questo contenuto?
1
0

Acquista il tuo biglietto

Altre idee di viaggio

Eventi

Lawrence Carroll
Mostra

Lawrence Carroll


Il Museo Madre di Napoli celebra l’artista Lawrence Carroll vissuto tra gli Stati Uniti e l’Italia con la prima mostra […]
Dettagli
napoli in scena
Mostra

Napoli in scena


“Napoli in scena” alla Biblioteca Nazionale di Napoli dal 17 maggio al 15 settembre 2022. La mostra è un viaggio […]
Dettagli
416x359-Mostra-Spellbound_
Mostra

SPELLBOUND: Scenografia di un Sogno


“SPELLBOUND: Scenografia di un Sogno”, è un emozionante percorso museale che vede per la prima volta esposta in Europa la […]
Dettagli
salvatore emblema
Mostra

Salvatore Emblema


Dal 26 maggio al 30 ottobre 2022, presso il Museo e Real Bosco di Capodimonte, è esposta la più ampia […]
Dettagli
don chisciotte
Mostra

Don Chisciotte tra Napoli Caserta e il Quirinale: i cartoni e gli arazzi


Inaugurata il 19 maggio 2022, al Palazzo Reale di Napoli – alla presenza dell’ambasciatore spagnolo in Italia Alfonso María Dastis […]
Dettagli
Battistello Caracciolo
Mostra

Il patriarca bronzeo dei Caravaggeschi: Battistello Caracciolo (1578-1635)


Dal 9 giugno al 2 ottobre 2022, il Museo e Real Bosco di Capodimonte ospiterà la mostra “Il patriarca bronzeo […]
Dettagli